Ti senti sempre gonfia? Ecco cosa puoi fare

Ti senti spesso gonfia e appesantita a qualsiasi ora del giorno o della notte? Ti capita di avvertire una sensazione di pesantezza dopo tutti i pasti? Ho la soluzione per te: ti svelerò 4 trucchi d’oro da mettere in pratica ogni volta che ti sentirai gonfia… come un pallone!

Capita spesso di sentirsi gonfi e appesantiti… le cause possono essere varie ma le principali, solitamente, sono condizioni di stipsi, sindrome premestruale, alimentazione squilibrata, stile di vita sedentario o problematiche più serie come sindrome dell’intestino irritabile, malattie epatiche o intestinali, intolleranza al lattosio o celiachia.

Premesso che, in ogni caso, è sempre consigliabile effettuare una visita approfondita con un bravo gastroenterologo in modo da accertare l’assenza di patologie sottosanti, una volta escluso questo rischio si può procedere agendo con un protocollo dietetico speficico finalizzato a risolvere il problema.

In caso di intestino irritabile, poi, è sempre consigliabile approfondire la casistica con un’analisi del microbiota intestinale in modo da andare a ripristinare una corretta eubiosi della flora batterica, prevenendo la possibile insorgenza di permeabilità intestinale e, in seguito, la comparsa di malattie autoimmuni.

Ma ti è mai capitato di mangiare qualcosa di particolare… e trovati con la sensazione di un pancione come se fossi al quarto mese di gravidanza?

Se ti è successo… e sono sicura che almeno una volta nella vita ti sarà capitato… ecco 4 regole d’oro che puoi mettere in pratica:

prima di tutto, utilizza integratori a base di enzimi digestivi, sostanze di natura proteica in grado di scomporre gli alimenti complessi, assunti tramite la dieta, in componenti piĂą semplici e piĂą facilmente assimilabili dal nostro intestino. Questi particolari integratori aiutano il processo digestivo ed abbassano lo stato infiammatorio della mucosa in caso di intolleranze. Se, per esempio, sai di avere un pasto impegnativo, magari a base di alimenti che ti generano gonfiore o flatulenza, puoi optare per un integratore a base di lipasi, lattasi, bromelina, cellulasi o papaina.

Un altro punto che può aiutarti è il consumo di tisane salva gonfiore: infusi con proprietà carminative, digestive e calmanti in grado di assorbire i gas in eccesso. Un esempio sono quelle a base di zenzero, coriandolo, cumino, menta, finocchio, melissa e malva. Se poi soffri anche di crampi addominali e non hai problemi di reflusso, puoi optare per una tisana alla menta, ottima per le sue proprietà spasmolitiche.

Anche l’attività fisica può dare il suo grosso contributo in caso di gonfiore addominale dovuto ad una cattiva digestione, perché permette di velocizzare i processi digestivi, alleviare il gonfiore e migliorare la stipsi. Se proprio non hai voglia di sudare, puoi fare una lunga passeggiata e vedrai che la situazione migliorerà.

Se poi vedi che, dopo colazione o pranzo, il gonfiore è aumentato, evita di peggiorare le cose con bibite gasate, fumo o gomme da masticare, sono tutti comportamenti deleterei per questa problematica. Ti sconsiglio anche di abbinare molti alimenti nello stesso piatto, specialmente se con composizione diverse come, ad esempio, carboidrati e proteine: un esempio classico potrebbe essere quello della pasta al ragù. Al suo posto, opta per un sugo a base di pomodoro semplice.

Guarda il video articolo